News

Menù di Domenica 19 Gennaio – Fiera del fischietto

Anche quest’anno Lama San Giorgio non può mancare al consueto appuntamento della Fiera del Fischietto, che coincide con la festa di Sant’Antonio Abate.

Noi festeggeremo  qui, proponendo un menù con i piatti tipici della tradizione Rutiglianese e per concludere un piccolo fischietto a forma di gallo in omaggio!!!!

Venite a trovarci, Vi aspettiamo!!!

 

MENU’ 19 GENNAIO

Cocktail di benvenuto

Analcolico alla frutta (nostra produzione)

Porceduzz e olive verdi

Focaccia aromatizzata alle erbe con lievito madre

 Antipasti

Giuncata fresca con nodini e mostarda dolce nostra produzione)

Tortino di grana con carciofini in agrodolce su salsa di mandorle

Borlotti e funghi con cipolla dolce di Acquaviva

  Primo

Orecchiette integrali con crema di broccoletti e bocconcini di salsiccia a punta di coltello

( Lasagna rossa o pasta al sugo in alternativa)

 Secondo e contorno

Filetto di suino alla caprese al vin cotto

Patate  al forno

 (Cotoletta di pollo con patatine fritte  in alternativa)

 

Frutta e Desser

Composta di frutta fresca

Dolce della casa

 

Olio extravergine d’oliva biologico di nostra produzione

Acqua – coca – aranciata

Caffè  – rosolii- amari

   

Costo del menù : 28 € per gli adulti (metà i bambini*)

  

Prenotazione telefonica obbligatoria al: 348 334 2889

  

*I bambini da 3  a 10 anni pagano la metà indipendentemente da quello che ordinano. I ragazzi superiori a 10 anni pagano menù intero indipendentemente da quello che ordinano. La richiesta, al momento della prenotazione , del coperto per i bambini,  comporta il  costo del menù anche se non mangiano.  La richiesta di seggiolone o sedia da inserire nel tavolo prenotato, all’arrivo, non comporta nessun costo aggiuntivo, qualora non pranzino.

La tradizione figula in Rutigliano

Il fischietto è un oggetto in terracotta che, originariamente, veniva usato per richiamare il gregge o serviva come richiamo per la caccia.

In seguito prese la forma del gallo e divenne  simbolo di virilità e fecondità.

Infatti durante la festa di Sant’Antonio Abate, i fidanzati lo regalavano alle loro fidanzate insieme alla frutta in un cesto.

Solo più tardi,  grazie alla strana coincidenza delle feste di Sant’Antonio Abate e del Fischietto  con l’inizio del Carnevale,  il 17 gennaio,  il fischietto in terracotta ha preso svariate forme ed è diventato espressione di spaccati della vita quotidiana, fotografando scene buffe, o rappresentando caricature di personaggi potenti, spesso politici locali e nazionali.

La numerosa collezione Rutiglianese dei Fischietti in terracotta, oggi,  è esposta nel Museo civico di Rutigliano “Domenico Divella”, ed è destinata ad arricchirsi per il concorso che ogni anno viene indetto e a cui partecipano gli abili artigiani della terracotta e non solo,  anche le scolaresche , cooperative e associazioni locali.

Il fischietto in terracotta , così, è diventato il simbolo di questa piccola cittadina pugliese.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Chiudi